Passa all'articolo
RSS Feed

Posts from the ‘Software libero’ Category

5
ott

Il DDL intercettazioni ucciderà il web

Frande Censored

Il futuro logo di Frande, se il DDL venisse approvato

Salvo modifiche, naturalmente. Ucciderà Wikipedia, ucciderà praticamente ogni sito web esistente e, per quello che conta, ucciderà anche Frande. Come? Citiamo il comma 29, a pagina 24 del Disegno di legge – Norma in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali:

«[...] Per i siti informatici, ivi compresi giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono»

Facciamo un esempio pratico: se decidessimo di scrivere un articolo sulle melanzane, il signor Mario Melanzana potrebbe chiederci di pubblicare la seguente dichiarazione: «Il signor Mario Melanzana, nato a Roma il giorno tal dei tali, si dissocia totalmente da quanto scritto in questo articolo e non si rispecchia con la descrizione che viene fatta della sua persona». Naturalmente nessuna persona dotata di buon senso penserebbe che un articolo culinario si possa riferire ad una persona… ma il problema è proprio questo.

Non vi è la certezza che una norma del genere venga usata con buon senso Continua a leggere »

3
ott

Navigare intelligentemente

Lampadina

Piccole idee per nativi digitali

L’intenzione col quale scrivo questo post, è quella di tenere una traccia di tutti quei piccoli siti originali che ci permettono di fruire meglio internet. Di conseguenza, siete vivamente invitati ad consigliarvi gli strumenti che utilizzate nel quotidiano quando girovagate  per la rete.

Noi ne abbiamo scelti cinque che abbiamo reputato particolarmente interessanti. Alcuni sono del tutto liberi, altri no. La loro peculiarità è che sono estremamente semplici e pratici: siti che esistono per rispondere a piccole, precise esigenze.

La nostra lista comprende:

28
set

Elezioni in Svizzera: software e standard liberi

Stemma della Svizzera

Lo stemma della Svizzera

Il 23 ottobre 2011 in Svizzera ci saranno le elezioni dell’Assemblea Federale: gli elettori voteranno per eleggere i 200 consiglieri del Consiglio Nazionale e i 46 del Consiglio degli Stati. Proprio in vista di questo evento, la Free Software Foundation Europe ha deciso di intervistare esponenti da tutti i partiti per rendere pubblica la posizione di ognuno a riguardo del software libero e degli standard aperti.

Quasi tutti i candidati hanno dichiarato di essere favorevoli all’utilizzo di formati aperti per lo scambio d’informazioni con la pubblica amministrazione e gli enti pubblici, inoltre si sono dichiarati favorevoli all’utilizzo di software libero, gratuito e indipendente dalle piattaforme nelle scuole e negli asili.

Continua a leggere »

26
set

Scrivere in LaTex a quattro mani

ScribTex logo

Il logo di ScribTex

LaTex, per chi non lo sapesse, è un comodo linguaggio utilizzato principalmente in ambito scientifico. Al posto del normale editor di testo, dove quello che viene mostrato sullo schermo è la pagina così come verrà stampata, in LaTex si scrive il contenuto e alcune informazioni sulla struttura del documento, senza pensare come apparirà sullo schermo. Il file da noi creato verrà successivamente trasformato in un comune PDF, o in un altro formato a nostro piacimento.

Scrivere formule, appunti, e saggi in questo modo è una vera pacchia, ma come fare quando si vuole scrivere a quattro mani? Esiste un “Google Docs” per LaTex?

Continua a leggere »

15
set

Ultimissime sui driver liberi: S3TC e OpenGL 3.0

OpenGL logo

Logo di OpenGL

Intel si aspetta, in via ufficiale, che Mesa supporti OpenGL 3.0 entro la fine del 2011. In realtà ciò non è nulla di particolarmente nuovo: era già noto che lo sviluppo è in stato avanzato e che ormai è solamente questione di mesi. Proviamo a fare un rapido riepilogo dello stato del supporto a OpenGL, ma prima un piccolo annuncio che approfondiremo in seguito: il brevetto su S3TC potrebbe essere stato invalidato.

Le specifiche di OpenGL 3.0 sono state pubblicate nel luglio del 2008 e, a distanza di poco più di tre anni, il supporto è quasi stato completato: se ciò dovesse accadere, Mesa 7.12 verrebbe ribattezzato 8.0. In tutto questo tempo, tuttavia, Khronos Group ha rilasciato nuove specifiche: 3.1, 3.2, 3.3, 4.0, 4.1 e, recentemente, 4.2. Ognuna di queste è supportata dai driver proprietari ATI e nVidia e, attualmente, non ci sono piani ufficiali per il supporto da parte dei driver liberi, tuttavia almeno per il ramo 3.X c’è da sottolineare che una parte sostanziosa del lavoro è stata già fatta.

Continua a leggere »

14
set

Calcolo libero

Università

"Tocco" americano

Riprendendo l’articolo di Matteo “Liberiamo la scuola”, voglio segnalarvi alcuni utili programmi liberi per il calcolo scientifico, che si pongono come alternative ai proprietari e costosi Matlab o Wolframalpha, e per la simulazione in ambito fisco e chimico.

Ecco cosa ci offre il mondo del software libero in ambito scientifico:

Continua a leggere »

12
set

Diaspora e Identi.ca

Diaspora logo

Il logo di Diaspora

Chi ha detto che esistono solo Facebook e Twitter? Due nuovi progetti liberi stanno venendo alla ribalta: Diaspora e Identi.ca. Quali sono i loro punti di forza?

Continua a leggere »

10
set

Motori di ricerca alternativi

Binocolo

Una valida alternativa

Più del 90% dei navigatori utilizza Google come motore di ricerca. Ha degli ottimi algoritmi, è veloce, comodo, le ricerche si affinano man mano che visitiamo i risultati che ci interessano di più. Si integra con Google+, così possiamo vedere quali sono i siti consigliati dai nostri amici, tiene una propria cronologia, ci mostra le pubblicità che ci potrebbero interessare. Eppure non riesce a soddisfare del tutto le necessità di alcuni esigenti internauti, come il sottoscritto.

Mi sono guardato in giro, cercando motori di ricerca che rispettassero due principali caratteristiche: il rispetto della privacy, e la libertà del codice sorgente. Che cosa ho trovato?

Continua a leggere »

8
set

Dovremo dire addio al dual boot?

UEFI logo

Il logo di UEFI

A breve, potrebbe accadere di passare per un centro commerciale, comprare un computer e non poterci installare Linux. Avete letto bene: certi computer potrebbero non permettere ai legittimi proprietari di avviare sistemi operativi “non autorizzati”. Questo incubo potrebbe diventare facilmente realtà se i produttori di computer sfruttassero una funzione di UEFI (considerato l’evoluzione del BIOS), chiamata secure boot. In cosa consiste questa particolare caratteristica?

Continua a leggere »

7
set

Piccoli driver liberi crescono

Free Software Foundation Logo

Il logo della Free Software Foundation, associazione che da sempre promuove i driver liberi

I driver proprietari non danno alcuna garanzia: in qualsiasi momento le aziende produttrici potrebbero limitare il tuo hardware e chiederti di pagare per sbloccare le funzionalità, potrebbero cessare il supporto per il tuo sistema operativo oppure potrebbero presentare dei bug ad-hoc per impedirti di utilizzare un determinato software. Fantascienza? Assolutamente no: è solamente una possibilità da tenere in conto, così come è possibile che contengano del codice che invia informazioni su di te e sul tuo hardware all’azienda stessa. Quando accetti l’EULA, l’azienda declina ogni responsabilità per qualsiasi tipo di aggiornamento o modifica, incluso l’apportare modifiche che potresti non gradire.

La GNU GPL e le altre licenze libere, invece, tutelano gli utenti e danno delle garanzie. Il software libero, per essere tale, non deve poter discriminare gli utenti, quindi se al produttore della tua scheda video non piacesse il tuo processore o la tua scheda madre, non potrebbe sabotare il suo stesso driver (e se anche lo facesse, verrebbe sicuramente scoperto e il codice verrebbe ripristinato). Per quanto riguarda le schede video in particolare, due aziende hanno deciso di collaborare con la comunità per fornire driver liberi, riconoscendo il valore aggiunto che questi hanno: Intel, che per GNU/Linux offre esclusivamente i driver liberi, e AMD, che li offre in alternativa ai Catalyst (che non può rendere liberi per motivi legali). In passato la situazione era ben peggiore, come del resto ha scritto Francesco in questo post, ma c’è ancora molto da fare.

Continua a leggere »